Papa: il diavolo esiste, basta guardare i seminatori di odio -3-

Ska

Città del Vaticano, 12 nov. (askanews) - Papa Francesco ha spiegato che "l'invidia di quell'angelo superbo che non ha voluto accettare l'incarnazione" lo portò "a distruggere l'umanità". E così nel nostro cuore entra qualcosa: "la gelosia, l'invidia, la concorrenza", ha elencato il Pontefice a quanto riportato da Vatican News, mentre invece "potremmo vivere come fratelli, tutti, in pace".

Così inizia "la lotta e la voglia di distruggere": "Ma, padre - io non distruggo nessuno". "No? E le chiacchiere che tu fai? Quando tu sparli di un altro? Lo distruggi", ha detto il Papa immaginando una conversazione con un fedele, citando l'apostolo Giacomo: "La lingua è un'arma feroce, uccide". "Il chiacchiericcio uccide, la calunnia uccide". "Ma, padre, io sono stato battezzato, sono cristiano praticante, come posso diventare un assassino?". Perché, ha ricordato ancora il Papa "dentro di noi abbiamo la guerra", fin dall'inizio. "Caino e Abele erano fratelli - ha sottolineato Francesco - ma la gelosia, l'invidia di uno distrusse l'altro". E' la realtà, basta guardare un telegiornale: "le guerre, le distruzioni, gente che per le guerre muore anche di malattie".