Papa: il radicamento della fede chiama ad andare verso gli altri -2-

Ska

Città del Vaticano, 27 dic. (askanews) - La comunità monastica di Taizè, fondata in Francia nel 1940 da frére Roger e guidata oggi da frére Alois, ha come obiettivo il dialogo e la comunione tra tutte le Chiese cristiane. Il patriarca ecumenico Bartolomeo di Costantinopoli ha ricordato, in un messaggio, come in un mondo in cui i social network propongono di conoscere dei "profili", i giovani di Taizè "hanno scelto la persona" esponendo loro stessi agli altri, in un pellegrinaggio che li "obbliga a un po' più di verità". Come gli apostoli, questi ragazzi, con la loro scelta di vita "sono emissari di Cristo nel mondo".

Si tratta di una testimonianza di Cristo, sottolinea invece il vescovo Hilarion, presidente del dipartimento delle relazioni esterne del patriarcato di Mosca a nome del patriarca Cirillo, che assume una particolare importanza nel periodo di Natale, al cui vero significato il mondo presta "sempre meno attenzione" e "il nome di Cristo è sempre più nascosto dietro alberi, decorazioni, mercatini e acquisti nei negozi". "La difesa della fede in una società secolarizzata", quindi, "è diventata una sfida attuale per ogni giovane cristiano". (Segue)