Papa in Canada: "Perdono per le sofferenze dei nativi" - FOTO

Papa Francesco è in Canada, dove ha chiesto scusa ai nativi per le sofferenze patite dopo l'arrivo dei "bianchi". "Giungo nelle vostre terre natie per dirvi di persona che sono addolorato, per implorare da Dio perdono, guarigione e riconciliazione, per manifestarvi la mia vicinanza, per pregare con voi e per voi", ha detto papa Francesco, che ha incontrato le popolazioni indigene First Nation, Metis e Inuit a Maskwacis, le "colline dell'orso" in lingua cree, a 70 chilometri a Edmonton. Il papa ha chiesto scusa per quello che è accaduto nella "scuola residenziale" Ermineskin, attiva dal 1895 al 1975, dove si registrarono abusi. "Ricordo gli incontri avuti a Roma quattro mesi fa", ha detto, "mi furono consegnati due paia di mocassini, segno della sofferenza patita dai bambini indigeni, in particolare da quanti purtroppo non fecero più ritorno a casa dalle scuole residenziali. Mi era stato chiesto di restituire i mocassini una volta arrivato in Canada".

LEGGI ANCHE: Il Papa ai nativi canadesi: "Imploro perdono, sono addolorato"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il Papa in Canada accolto da Justin Trudeau e dai leader indigeni

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli