Papa: inverno demografico inizio decadenza di una civiltà

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Città del Vaticano, 5 gen. (askanews) - Papa Francesco torna a denunciare il rischio dell' "inverno demografico" nelle nostre società. Nel corso dell'udienza generale di oggi, la prima del nuovo anno, Francesco ha proseguito la sua catechesi sulla figura di San Giuseppe, questa volta, affrontando il tema della sua paternità putativa. Parlando a braccio ha rivelato ha fatto notare ai pellegrini presenti come tante coppie oggi non hanno figli, alle volte perchè non li possono avere ma anche "perchè non li vogliono. Semmai hanno due o tre gatti o cani che occupano il posto dei figli. E' la realtà. - ha aggiunto - Rinnegare la paternità e la maternità ci diminuisce e ci toglie umanità e cosi la civiltà diventa più vecchia e senza umanità, si disperde la ricchezza della paternità e della maternità e soffre la patria che non ha figli". "E come diceva uno scherzando: 'e adesso chi pagherà le tasse per la mia pensione?'. - ha aggiunto Papa Francesco - Io chiedo a san Giuseppe di svegliere le coscienze e far pensare ad avere figli. La paternità e la maternità - ha ripetuto - è anche la pienezza della vita spirituale. A coloro che vivono nel mondo e si sposano chiedo di pensare ad avere figli. Pensate che sono loro che ti chiuderanno gli occhi e daranno il futuro. Avere figli - ha concluso Papa Francesco - è sempre un rischio, ma più rischioso è non averne e negare la maternità e la paternità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli