Papa: ipocrita chi parla di pace mentre costruisce e vende armi

Sav

Roma, 27 nov. (askanews) - Durante il viaggio in Giappone "a Nagasaki e Hiroshima ho sostato in preghiera, ho incontrato alcuni sopravvissuti e familiari delle vittime, e ho ribadito la ferma condanna delle armi nucleari e dell'ipocrisia di parlare di pace costruendo e vendendo ordigni bellici". Lo ha detto Papa Francesco durante l'Udienza generale in piazza San Pietro, nella quale ha incentrato la sua meditazione sul viaggio apostolico in Tailandia e Giappone, concluso ieri.

Il Giappone, ha ricordato, è "un Paese che porta impresse le piaghe del bombardamento atomico ed è per tutto il mondo portavoce del diritto fondamentale alla vita e alla pace. Dopo quella tragedia, il Giappone ha dimostrato una straordinaria capacità di lottare per la vita; e lo ha fatto anche recentemente, dopo il triplice disastro del 2011: terremoto, tsunami e incidente alla centrale nucleare", ha concluso Francesco.