Papa: la Santa Famiglia come le famiglie obbligate all'esilio

Cam

Roma, 29 dic. (askanews) - "La Santa Famiglia solidarizza così con tutte le famiglie del mondo obbligate all'esilio, solidarizza con tutti coloro che sono costretti ad abbandonare la propria terra a causa della repressione, della violenza, della guerra". Lo ha detto Papa Francesco all'Angelus ricordando che oggi la Chiesa celebra la festa della Santa famiglia di Nazareth.

"La Famiglia di Nazareth - ha aggiunto il pontefice - rappresenta una risposta corale alla volontà del Padre: i tre componenti di questa singolare famiglia si aiutano reciprocamente a scoprire e realizzare il progetto di Dio. La Santa Famiglia possa essere modello delle nostre famiglie, affinché genitori e figli si sostengano a vicenda nell'adesione al Vangelo, fondamento della santità della famiglia".

"Il termine 'santa' inserisce questa famiglia nell'ambito della santità che è dono di Dio ma, al tempo stesso, è libera e responsabile adesione al suo progetto. Così è stato per la famiglia di Nazareth: essa fu totalmente disponibile alla volontà di Dio".

"Affidiamo a Maria "Regina della famiglia" - ha concluso il Papa - tutte le famiglie del mondo, specialmente quelle provate dalla sofferenza o dal disagio, e invochiamo su di esse la sua materna protezione".