Papa: le guerre distruggono e non risolvono, a Redipuglia piansi

Sav

Roma, 10 set. (askanews) - "Le guerre distruggono, fanno perdere tutto. Questo tema della pace ce l'ho a cuore. Quando alcuni mesi fa c'è stata la celebrazione dello sbarco in Normandia, si è vero c'erano i capi dei governi a fare memoria di quello che era l'inizio della fine di una guerra crudele, anche di una dittatura antiumana e crudele come il nazismo e il fascismo... ma su quella spiaggia sono rimasti 46 mila sodati, è il prezzo della guerra. Confesso che quando sono andato a Redipuglia per la commemorazione della Prima Guerra mondiale io ho pianto: 'Per favore mai più la guerra!'". Quando sono andato ad Anzio a celebrare il giorno dei defunti, nel cuore sentivo che dobbiamo creare questa coscienza: le guerre non risolvono niente, anzi fanno guadagnare le persone che non vogliono (la pace) dell'umanità". Lo ha detto Papa Francesco rispondendo ai giornalisti sul volo di ritorno dal viaggio in Africa, come riporta Vatican News.