Papa: le lamentele non cambiano nulla. Non sprecare tempo

Rus

Roma, 29 giu. (askanews) - " inutile, e pure noioso, che i cristiani sprechino tempo a lamentarsi del mondo, della societ, di quello che non va. Le lamentele non cambiano nulla. Ricordiamoci che le lamentele sono la seconda porta chiusa allo Spirito Santo, come vi ho detto il giorno di Pentecoste: la prima il narcisismo, la seconda lo scoraggiamento, la terza il pessimismo". A sottolinearlo stato Papa Francesco Cos Papa Francesco nel corso dell'omelia pronunciata nella Basilica Vaticana in occasione della festivit dei Santi Pietro e Paolo.

"Il narcisismo ti porta allo specchio, a guardarti continuamente; lo scoraggiamento, alle lamentele; il pessimismo, al buio, all'oscurit. Questi tre atteggiamenti - sottolinea Papa Francesco - chiudono la porta allo Spirito Santo. Quei cristiani non incolpavano ma pregavano". In quella comunit "nessuno diceva: "Se Pietro fosse stato pi cauto, non saremmo in questa situazione". Nessuno. Pietro, umanamente, aveva motivi di essere criticato, ma nessuno lo criticava. Non sparlavano di lui, ma pregavano per lui. Non parlavano alle spalle, ma parlavano a Dio".