Papa, leader religiosi mondiali lanciano appello pre-COP26 su cambiamenti climatici

·1 minuto per la lettura
Papa Francesco conduce l'Angelus in Vaticano

CITTÀ DEL VATICANO (Reuters) - Papa Francesco e altri leader religiosi hanno lanciato un appello congiunto per la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop26) del mese prossimo per offrire soluzioni concrete per salvare il pianeta da "una crisi ecologica senza precedenti".

L'incontro "Fede e scienza: verso Cop26" ha riunito leader cristiani tra cui l'arcivescovo di Canterbury Justin Welby e il patriarca ecumenico ortodosso Bartolomeo, nonché rappresentanti dell'Islam, dell'ebraismo, dell'induismo, del buddismo, del confucianesimo, del taoismo, dello zoroastrismo, dei Sikh e dei Giaina.

"La Cop26 di Glasgow rappresenta un appello urgente per fornire risposte efficaci alla crisi ecologica senza precedenti e alla crisi dei valori che stiamo vivendo, e in questo modo offrire una speranza concreta alle generazioni future", ha affermato il Papa.

"Vogliamo accompagnare l'evento con il nostro impegno e la nostra vicinanza spirituale", ha aggiunto Papa Francesco in un discorso che ha consegnato ai partecipanti invece di leggerlo, per dare più tempo agli altri leader per parlare.

L'appello congiunto dei leader religiosi, in cui si definisce il cambiamento climatico come una "grave minaccia", è stato consegnato al ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio e al britannico Alok Sharma, presidente della Cop26 di Glasgow.

"La crisi climatica è grave ed è opera nostra", ha detto Sharma.

Welby, leader spirituale degli anglicani del mondo, ha chiesto una "architettura finanziaria globale che si penta dei suoi peccati passati", compresi i cambiamenti nelle norme fiscali per promuovere attività più eco-sostenibili.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli