Papa: "Mozambico ha tanti motivi per sperare". Oggi in Madagascar

Sav

Roma, 6 set. (askanews) - Si è conclusa con la messa nello stadio Zimpeto di Maputo la visita di Papa Francesco in Mozambico. Dopo la funzione religiosa Francesco è arrivato all'aeroporto di Maputo, dove ha avuto luogo la cerimonia di congedo in un'area riparata del padiglione presidenziale a causa del maltempo. Il Papa è stato accolto dal presidente della Repubblica Filipe Jacinto Nyusi e dalla consorte all'ingresso del salone presidenziale dopo il saluto ai vescovi del Mozambico e la presentazione delle delegazioni, il Papa si è congedato dal presidente della Repubblica e dalla consorte ed è salito a bordo di un B737-752 della LAM per recarsi in Madagascar: l'aereo è decollato dall'aeroporto di Maputo alle ore 12.45, l'arrivo ad Antananarivo è previsto per le ore 16.50 ora locale.

"Al termine della mia visita - ha detto Papa Francesco in un saluto al termine della messa a Maputo - vorrei dire 'grazie' a tutte le persone e le realtà che hanno collaborato per la sua realizzazione; a cominciare da questa Arcidiocesi di Maputo e dal suo Pastore, monsignor Francisco Chimoio, che ringrazio per la fraterna ospitalità e anche per il gioioso saluto che mi ha appena rivolto a nome dei fratelli Vescovi e di tutto il popolo di Dio. Una parola di particolare gratitudine va al Signor Presidente Filipe Nyusi per la sua premurosa attenzione, sia a livello personale, sia attraverso le varie istituzioni governative e le forze di sicurezza della nazione. Ringrazio per il lavoro sacrificato e silenzioso dei membri del comitato organizzatore e di tanti volontari. Sono grato ai giornalisti e a tutta la brava gente che è uscita di casa per salutarmi".

"Sorelle e fratelli mozambicani, so che avete dovuto fare dei sacrifici per partecipare alle celebrazioni e agli incontri. Lo apprezzo e vi ringrazio di cuore. E sono grato anche a quanti non hanno potuto farlo per le conseguenze dei recenti cicloni: cari fratelli, ho sentito ugualmente il vostro sostegno! E dico a tutti: avete tanti motivi per sperare! L'ho visto e l'ho toccato con mano in questi giorni. Per favore, conservate la speranza; non lasciatevela rubare! E non c'è modo migliore per conservare la speranza che quello di rimanere uniti, affinché tutti i motivi che la sostengono si rafforzino sempre più in un futuro di riconciliazione e di pace in Mozambico. Dio vi benedica e la Vergine Madre vi protegga! E, per favore, non dimenticatevi di pregare per me", ha concluso il Papa.

Bergoglio rimarrà in Madagascar fino a lunedì mattina, quando partirà per Port Louis, Mauritius, prima di tornare in Italia.