Papa: non basta leggere la Bibbia, bisogna capirne il succo

Ska

Città del Vaticano, 2 ott. (askanews) - Non basta leggere le Sacre Scritture, bisogna comprenderne il "succo", andare oltre la "scorza": a pochi giorni dalla pubblicazione di un motu proprio che ha istituito una domenica dedicata specialmente alla Bibbia, Papa Francesco torna sul rapporto dei fedeli con la parola di Dio in occasione dell'udienza generale in piazza San Pietro.

Il dialogo tra Filippo e l'Etiope negli Atti degli apostoli "fa riflettere anche sul fatto che non basta leggere la Scrittura, occorre comprenderne il senso, trovare il 'succo' andando oltre la 'scorza', attingere lo Spirito che anima la lettera", ha detto il Paap. "Come disse Papa Benedetto all'inizio del Sinodo sulla Parola di Dio, 'l'esegesi, la vera lettura della Sacra Scrittura, non è solamente un fenomeno letterario, ... E' il movimento della mia esistenza". Entrare nella Parola di Dio è essere disposti a uscire dai propri limiti per incontrare Dio e conformarsi a Cristo che è la Parola vivente del Padre".