Papa: Obolo di San Pietro? Hanno fatto cose che sembrano non pulite

Gtu

Roma, 26 nov. (askanews) - Sul volo Tokyo-Roma il Papa ha risposto alle domande dei giornalisti anche sul tema delle finanze vaticane, in particolare sul caso degli acquisti di immobili a Londra e la gestione dei conti dell'Obolo di San Pietro. Papa Francesco ha prima spiegato che gli investimenti in sé dell'Obolo fatti a determinate condizioni, sono buona amministrazione, ma ha anche ammesso che nella gestione di quei soldi "hanno fatto cose che sembrano non pulite"; forse non nel caso specifico dell'acquisto di immobili a Londra, "perché ancora questo non è chiaro", ma dall'esame del revisore dei Conti è saltato fuori che "lì c'erano casi di corruzione". Il Papa comunque si è detto contento perché "la denuncia è venuta da dentro", a dimostrazione che ora "il Vaticano ha risorse per chiarire le cose brutte", grazie anche a Papa Ratzinger che aveva iniziato a cambiarlo "il sistema di controllo vaticano funziona bene". Entro un mese, ha poi spiegato il Papa, ci saranno gli interrogatori dei 5 dirigenti finiti al centro delle perquisizioni e dell'indagine vaticana per corruzione. E anche se c'è la "presunzione di innocenza", in quella gestione "c'è corruzione, si vede", e chi sarà colpevole lo dirà l'inchiesta.

Il Papa - come riporta Vatican News - "prima di tutto", ha spiegato "la buona amministrazione normale: ti arriva la somma dell'Obolo di San Pietro, e che cosa faccio, la metto nel cassetto? No, questa è una cattiva amministrazione! Cerco di fare un investimento e quando ho bisogno di dare, quando ci sono le necessità, in un anno, si prendono (i soldi, ndr) e quel capitale non si svaluta, si mantiene o cresce un po'. Questa è una buona amministrazione. L'amministrazione del cassetto è cattiva. Ma si deve cercare una buona amministrazione, un buon investimento: chiaro questo? Anche un investimento come da noi si dice, 'da vedove', come fanno le vedove: due uova qui, tre qui, cinque lì. Se cade uno, c'è altro e non si rovina. E sempre sul sicuro e sempre sul morale: se tu fai un investimento dell'Obolo di San Pietro su una fabbrica di armamenti, l'Obolo non è l'Obolo lì. Se tu fai un investimento e per anni senza toccare il capitale, non va. L'Obolo di San Pietro si deve spendere in un anno, un anno e mezzo, fino a che arrivi l'altra colletta che si fa mondialmente. E questa è buona amministrazione: sul sicuro… anche, sì, si può comprare una proprietà, affittarla e poi venderla, ma sul sicuro, con tutte le sicurezze per il bene della gente dell'Obolo". (Segue)