Papa: ospitiamo chi ha fatto naufragio, nella vita o nel mare -2-

Ska

Città del Vaticano, 17 gen. (askanews) - La settimana ecumenica, ha sottolineato il Papa, "ci indica questa virtù ecumenica, e soprattutto ce la raccomanda". Il tema di quest'anno è tratto dagli Atti degli Apostoli, "Ci trattarono con rara umanità", "in riferimento agli abitanti dell'isola di Malta, che accolsero l'apostolo Paolo in modo ospitale insieme a centinaia di naufraghi", ha detto Jorge Mario Bergoglio, che sull'episodio si era soffermato poche settimane fa nel corso di una catechesi dell'udienza generale: san Paolo, naufrago sull'isola, venne accolto dai maltesi che "sono bravi, sono miti, sono accoglienti, da quel tempo", ha detto in quell'occasione il Papa. San Paolo viene morso da una vipera, ma non muore: "Dice la storia che da quel momento non ci sono vipere a Malta: questa è la benedizione di Dio per l'accoglienza di questo popolo tanto buono".