Papa: 'prendendoci cura piaghe prossimo rinasce in noi speranza nuova'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Città del Vaticano, 24 apr. – (Adnkronos) – "La misericordia di Dio, nelle nostre crisi e nelle nostre fatiche, ci mette spesso in contatto con le sofferenze del prossimo. Pensavamo di essere noi all'apice della sofferenza, al culmine di una situazione difficile, e scopriamo chi, rimanendo in silenzio, sta passando periodi peggiori". Lo ha detto Papa Francesco durante l'omelia della messa della Domenica della Divina Misericordia nella Basilica di San Pietro.

"E, se ci prendiamo cura delle piaghe del prossimo e vi riversiamo misericordia, rinasce in noi una speranza nuova, che consola nella fatica. Chiediamoci allora – ha esortato il Pontefice – se negli ultimi tempi abbiamo toccato le piaghe di qualche sofferente nel corpo o nello spirito; se abbiamo portato pace a un corpo ferito o a uno spirito affranto; se abbiamo dedicato un po' di tempo ad ascoltare, accompagnare, consolare. Quando lo facciamo, incontriamo Gesù, che dagli occhi di chi e' provato dalla vita ci guarda con misericordia e ci ripete: Pace a voi!".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli