Papa: 'respingere le tentazioni del nemico che semina sempre zizzania'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Città del Vaticano, 6 nov. (Adnkronos) – "Cerchiamo di essere custodi e costruttori di unità! Per essere credibili nel dialogo con gli altri, viviamo la fraternità tra di noi". Lo ha ammonito il Papa incontrando Vescovi, sacerdoti, seminaristi nella Chiesa del Sacro Cuore in Bahrein.

Bergoglio ha indicato la via da seguire: "Facciamolo nelle comunità, valorizzando i carismi di tutti senza mortificare nessuno; facciamolo nelle case religiose, come segni viventi di concordia e di pace; facciamolo nelle famiglie, così che il vincolo d’amore del sacramento si traduca in atteggiamenti quotidiani di servizio e di perdono; facciamolo anche nella società multireligiosa e multiculturale in cui viviamo: sempre a favore del dialogo, tessitori di comunione con i fratelli di altri credo e confessioni".

"So che su questa strada voi offrite già un bell’esempio, ma la fraternità e la comunione sono doni che non dobbiamo stancarci di chiedere allo Spirito, per respingere le tentazioni del nemico, che sempre semina zizzania", ha osservato il Papa.