Papa ricorda la "zizzania" che distrugge la Chiesa antica

Ska

Città del Vaticano, 25 set. (askanews) - Papa Francesco ha ricordato "contrasti e spaccature" che segnarano la vita della Chiesa degli inizi, nel corso dell'udienza generale in piazza San Pietro, mettendo a fuoco, in particolare, i danni provocati dalla "zizzania" della "mormorazione" e del "chiacchiericcio".

San Luca, "con grande realismo", mostra "l'insorgere di alcuni problemi in seno alla comunità cristiana", ha detto Francesco proseguendo un ciclo di catechesi sul libro degli Atti degli apostoli. "Come armonizzare le differenze che coabitano al suo interno senza che accadano contrasti e spaccature? La comunità non accoglieva solo i giudei, ma anche i greci, persone provenienti dalla diaspora, con cultura e sensibilità proprie. Anche con un'altra religione, noi oggi diciamo pagani, erano colti. Questa compresenza determina equilibri fragili e precari; e dinanzi alle difficoltà spunta la 'zizzania': e qual è la peggiore zizzania che distrugge una comunità, la zizzania della mormorazione la zizzania del chiacchiericcio: i greci mormorano per la disattenzione della comunità nei confronti delle loro vedove".