Papa: se entra da orecchio e esce da altro Bibbia non tocca cuore

Ska

Città del Vaticano, 3 ott. (askanews) - "Quando noi sentiamo la Parola di Dio cosa succede nel mio cuore? Sto attento alla Parola di Dio? Lascio che tocchi il mio cuore o sto lì a guardare il soffitto pensando altre cose e la Parola entra da un orecchio ed esce dall'altro, non arriva al cuore? Cosa faccio io per prepararmi perché la Parola arrivi al cuore? E quando la Parola arriva al cuore c'è il pianto di gioia e c'è la festa". Così Papa Francesco nell'omelia della messa mattutina a Casa Santa Marta.

"La Parola di Dio ci fa gioiosi, l'incontro con la Parola di Dio ci riempie di gioia e questa gioia è la mia forza, è la nostra forza", ha sottolineato Francesco. "I cristiani sono gioiosi perché hanno accettato, hanno ricevuto nel cuore la Parola di Dio e continuamente incontrano la Parola, la cercano. Questo è il messaggio di oggi, per tutti noi. Un esame di coscienza breve: Come io ascolto la Parola di Dio? O semplicemente non la ascolto? Come mi incontro io con il Signore nella sua Parola che è la Bibbia? E poi: sono convinto che la gioia del Signore è la mia forza? La tristezza non è la nostra forza".