Papa: serve impegno internazionale per pace israelo-palestinese

Ska

Città del Vaticano, 9 gen. (askanews) - Il Papa torna a fare appello per il processo di pace tra israeliani a palestinesi, in occasione della tradizionale udienza di inizio anno al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede.

Francesco ha ricordato il proprio viaggio in Marocco, l'anno scorso, "dove con Sua Maestà il Re Mohammed VI ho sottoscritto un appello congiunto su Gerusalemme, 'riconoscendo l'unicità e la sacralità di Gerusalemme / Al Qods Acharif e avendo a cuore il suo significato spirituale e la sua peculiare vocazione di Città della Pace'. E da Gerusalemme, città cara ai fedeli delle tre religioni monoteiste, chiamata ad essere luogo-simbolo di incontro e di coesistenza pacifica, in cui si coltivano il rispetto reciproco e il dialogo, il mio pensiero non può che estendersi a tutta la Terra Santa per richiamare l'urgenza che l'intera Comunità internazionale, con coraggio e sincerità e nel rispetto del diritto internazionale, riconfermi il suo impegno a sostegno del processo di pace israelo-palestinese".