Papa: tanti fratelli in Amazzonia attendono consolazione del Vangelo

Mpd

Città del Vaticano, 6 ott. (askanews) - "Tanti fratelli e sorelle in Amazzonia portano croci pesanti e attendono la consolazione liberante del Vangelo, la carezza d'amore della Chiesa. Tanti hanno dato la loro vita, hanno versato il loro sangue. Per loro, con loro, camminiamo insieme": è l'esortazione di papa Francesco nell'omelia della messa celebrata nella Basilica di San Pietro in apertura dell'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la Regione Panamazzonica.

"La prudenza - ha detto - non è indecisione, non è un atteggiamento difensivo. È la virtù del Pastore, che, per servire con saggezza, sa discernere, sensibile alla novità dello Spirito. Allora ravvivare il dono nel fuoco dello Spirito è il contrario di lasciar andare avanti le cose senza far nulla. Ed essere fedeli alla novità dello Spirito è una grazia che dobbiamo chiedere nella preghiera. Egli, che fa nuove tutte le cose, ci doni la sua prudenza audace; ispiri il nostro Sinodo a rinnovare i cammini per la Chiesa in Amazzonia, perché non si spenga il fuoco della missione perché da lì è scaturito il dono che ci ha generato; da lì è stato effuso lo Spirito che rinnova".