Papa: violenze e corruzioni, ma atti generosit portano speranza

Sav

Roma, 13 giu. (askanews) - "Le cattive notizie abbondano sulle pagine dei giornali, nei siti internet e sugli schermi televisivi, tanto da far pensare che il male regni sovrano. Non cos. Certo, non mancano la cattiveria e la violenza, il sopruso e la corruzione, ma la vita intessuta di atti di rispetto e di generosit che non solo compensano il male, ma spingono ad andare oltre e ad essere pieni di speranza". Lo scrive Papa Francesco in un passaggio del suo messaggio per la IV Giornata mondiale dei poveri.

"Tendere la mano fa scoprire, prima di tutto a chi lo fa, che dentro di noi esiste la capacit di compiere gesti che danno senso alla vita. Quante mani tese si vedono ogni giorno! Purtroppo - ricorda Bergoglio - accade sempre pi spesso che la fretta trascina in un vortice di indifferenza, al punto che non si sa pi riconoscere il tanto bene che quotidianamente viene compiuto nel silenzio e con grande generosit. Accade cos che, solo quando succedono fatti che sconvolgono il corso della nostra vita, gli occhi diventano capaci di scorgere la bont dei santi 'della porta accanto', di cui nessuno parla", conclude il Papa.