I Papi di fronte alla telecamera, carrellata storica in libreria

Cro/Ska

Roma, 18 dic. (askanews) - "I Papi di fronte alla telecamera. Da Pio XII a Papa Francesco" è un libro di Martina Luise presentato lunedì scorso nella sala Marconi della Radio Vaticana.

Nel testo l'autrice riporta le interviste fatte ai grandi protagonisti della comunicazione in diversi anni, per poter avere uno spettro ampio che raccogliesse tutti i pontefici che fino ad oggi hanno "incontrato" questo mezzo nel loro pontificato. "Pubblico oggi questo libro perché credo che la comunicazione vaticana sia ora giunta a una grande modifica dovuta principalmente a Papa Francesco e alla sua Riforma dei media vaticani e alla sua decisione di aprire al laicato anche per i ruoli di prestigio della comunicazione della Santa Sede". Il volume, che si compone di quasi trecento pagine è edito da Aracne editrice ed è stato realizzato grazie al Professore Marcello Gentile, fondatore dell'Ordine dei Santi Pietro e Paolo.

Il testo analizza da Pio XII tutti i pontefici che in ordine cronologico si sono susseguiti e il loro rapporto con il mezzo televisivo. Nella premessa il libro tratta del rapporto che la Chiesa ebbe con la stampa prima dell'avvento della televisione. Vengono raccontati nel testo aneddoti inediti che mostrano con quale apertura i pontefici si siano sempre disposti alla comunicazione, vedendo in essa (parliamo ovviamente ora dei pontificati moderni dal 1954 ad oggi) la possibilità di amplificare e far arrivare più lontano il messaggio profetico. Di particolare rilevanza ed interesse alcuni racconti inediti che gli intervistati affidano alla giornalista e autrice Martina Luise.

Il volume è impreziosito dalla prefazione di Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin; dalla introduzione di Sergio Zavoli e dalla postfazione di Raniero La Valle. Il libro è stato presentato da Sua Eminenza il Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana; da Sua Eminenza il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente Emerito del Pontificio Consiglio per il Testi Legislativi; da Paolo Ruffini, Prefetto del Dicastero per la Comunicazione Vaticana e da Valentina Alazraki, decana dei vaticanisti della Santa Sede.