Paragone: Di Maio non si dimette, resterà appiccicato al potere

Voz

Roma, 12 gen. (askanews) - "I compagni di Luigi piazzati nei ministeri a spese dei contribuenti: il movimento non può fare questa cosa". Lo ha affermato il senatore Gianluigi Paragone, in riferimento al capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio durante la trasmissione "Mezz'ora in più" su Rai 3.

"Di Maio secondo me non si dimette e farà di tutto per tenersi appiccicato a questo potere. E' un po' nella natura stesso di un ragazzo di 32 anni che raggiunta quella posizione non vuole lasciarlo - ha proseguito -. Ma non può dimenticare che Alessandro nel suo piccolo l'ha fatto".

"Luigi aveva una forza sua naturale, ma tutti i ragazzi di 30-32 anni senza l'esperienza non possono combinare nulla. L'errore madornale di Luigi è quello di pensare di poter fare a meno dell'esperienza di altri". Invece secondo Paragone "l'intelligenza che ha Davide (Sasaleggio-ndr) dovrebbe essere sfruttata meglio nel Movimento, è un ragazzo colto che studia ancora", a differenza di molti altri nel Movimento.