Paragone: voti persi da M5s di Di Maio cercano un interlocutore

Rea

Roma, 23 gen. (askanews) - "Io mi prendo il mio programma elettorale con cui avevamo vinto le elezioni, molto radicale e molto antieuropeista, me lo tengo stretto e lo continuo a predicare in giro per l'Italia con i pezzi di movimento che Di Maio ha lasciato perdere e che sono già stati estromessi dalle nuova struttura del Movimento". Così Gianluigi Paragone, senatore espulso dal M5S poco fa a Rai Radio1 all'interno del programma Radio anch'io condotto da Giorgio Zanchini.

Alla domanda se dunque "fonderà una cosa nuova?", Paragone ha risposto: "Questo lo si vedrà perché le cose né si fondano dall'alto, né nascono nei laboratori della politica. Nascono perché ci sono già. Quella metà dei voti del M5s persi per strada hanno bisogno di un interlocutore. Molti cercano un interlocutore forte, radicale e terzo".