Parco Stelvio, sì a Carta europea del turismo sostenibile -2-

red/Rus

Roma, 25 ott. (askanews) - La Carta europea del turismo sostenibile di Europarc è un metodo di governance partecipata per promuovere il turismo sostenibile e strutturare un'offerta di turismo compatibile con le esigenze di tutela della biodiversità nelle aree protette. A tal fine vi è la predisposizione di un piano d'azione e una strategia per il turismo sostenibile da predisporre in stretta sinergia con le autorità e le amministrazioni comunali, e assieme alle imprese e ai gruppi d'interesse locali. In Italia, la metodologia CETS è promossa da Federparchi che si occupa del monitoraggio rispetto al mantenimento di questo prestigioso riconoscimento. Nell'ambito del percorso condiviso per la CETS, il comitato di coordinamento e di indirizzo del Parco nazionale dello Stelvio, composto dalla Regione Lombardia e dalle Provincie autonome di Bolzano e Trento, ha individuato 4 azioni di sistema per il turismo sostenibile: una strategia unitaria di comunicazione per lo Stelvio, la formazione delle guide parco in modo uniforme e integrato fra i vari settori, la creazione delle Alte Vie dello Stelvio, una rete sentieristica ad anelli in alta quota e un Forum di monitoraggio della CETS. Accanto a queste 4 azioni di sistema, in Alto Adige ne sono state elaborate altre 13, quali ad esempio l'incentivazione dei prodotti locali, i laboratori per bambini e le attività per far conoscere ai visitatori del parco la realtà dell'alpeggio.