Pare che Milly Carlucci stia pensando ad una particolare idea per il pubblico del suo show

·2 minuto per la lettura
Ballando con le Stelle: in studio le famiglie dei ballerini?
Ballando con le Stelle: in studio le famiglie dei ballerini?

La nuova stagione televisiva è ormai alle porte. Tra meno di due mesi, infatti, torneranno sul piccolo schermo tanti programmi amati e anche alcune novità. Nel sabato sera di Rai 1, tornerà Milly Carlucci. Ballando con le stelle, che tornerà il 12 settembre, sarà un’edizione completamente rinnovata. Ovviamente, vista la situazione di emergenza a causa del coronavirus, anche il programma di danza più famoso della tv subirà dei cambiamenti. Prima novità riguarda il pubblico in studio. Stando alle informazioni lanciate da TvBlog, la squadra di lavoro di Ballando starebbe pensando di adottare una strategia abbastanza particolare, unica nel suo genere. Il pubblico in studio, infatti, non sarà più costituito da singoli telespettatori ma da famiglie intere.

In studio le famiglie dei concorrenti?

Grazie a questo espediente, dunque, si potrebbe garantire un certo calore in studio. Negli scorsi mesi, i pochi programmi che hanno continuato la loro regolare programmazione, infatti, sono andati in onda in studi deserti, privi di pubblico. Certo, un programma con gli applausi e il calore del pubblico è tutta altra cosa. Se le famiglie dei concorrenti in gara dovessero accettare, si assisterebbe sicuramente ad una cosa davvero innovativa. Prima di tutto, si potrebbe evitare anche il distanziamento sociale tra i membri di una stesso nucleo familiare e, in secondo luogo, si potrebbe garantire la presenza in studio di più persone.

Milly sfiderà la De Filippi

Il 12 settembre, inizierà la quindicesima edizione di Ballando con le Stelle. In realtà, si tratta di un recupero, in quanto il programmare doveva andare in onda, come accade ogni anno, nel periodo di primavera. Questa volta, Milly e tutta la squadra se la vedranno con il colosso Tu si que Vales. Il talent show di Canale 5 è stato anche allungato di tre puntate, rispetto alle 9 inizialmente previste. Insomma, il sabato sera televisivo sarà animato da una vera e propria guerra tra due dei programmi di maggior successo in Italia.