I parenti di Natabay Tinsiew chiedono per il congiunto un riconoscimento nel Guinness dei Primati

·1 minuto per la lettura
Natabay Tinsiew in una foto recente
Natabay Tinsiew in una foto recente

Natabay Tinsiew è un eritreo morto a 127 anni e la sua famiglia non ha dubbi: “È l’uomo che ha vissuto di più al mondo”. Tinsiew è spirato lunedì 27 settembre nel villaggio montano di Azefa, che conta una popolazione di circa 300 abitanti.

Eritreo morto a 127 anni: la caccia al Guinness dei familiari

Alla Bbc i familiari del defunto hanno affidato la loro più grande speranza: che cioè al loro congiunto arrivi un riconoscimento nel Guinness dei Primati come uomo più longevo di sempre, ma la lotta è dura, ed è lotta non solo di cifre sul calendario ma anche di certificazione oggettiva di quelle clamorose situazioni anagrafiche.

I “competitor” dell’eritreo morto a 127 anni nel suo villaggio

Qualche esempio: la posizione di uomo più vecchio del pianeta attualmente sarebbe saldamente occupata dalla francese Jeanne Calment che è morta nel 1997 a 122 anni. Tuttavia la stessa parrebbe insidiata da un curdo che viveva in Iran, Amadh Soufi.

“Una vita gioiosa”, ecco il segreto dei Tinsiew, l’eritreo morto a 127 anni

Quest’ultimo sarebbe addirittura arrivato alla veneranda età di 138 anni, ma in questo caso mancano riscontri certissimi. E il segreto di Tinsiew per vivere così a lungo? “Pazienza, generosità e una vita gioiosa”. Lo ha detto ai media inglesi detto suo nipote Zere Natabay.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli