Pari opportunità: Malpezzi, 'legge su doppio cognome passaggio culturale necessario'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 nov. (Adnkronos) – “Quella sul doppio cognome è una legge che non costituisce semplicemente un adempimento amministrativo a cinque anni dalla sentenza della Corte costituzionale. Parliamo, infatti, di una norma che descrive un nuovo impianto e orizzonte culturale: è importante che anche attraverso il cognome materno si trasmetta la propria storia ai figli. Una legge, dunque, che va incontro al senso di libertà e di parità e un passaggio culturale necessario da affrontare per il nostro Paese". Lo ha affermato Simona Malpezzi, capogruppo del Pd Al Senato, intervenendo al Convegno sui disegni legge sul doppio cognome organizzato dall’Intergruppo parlamentare delle senatrici e dalla Rete per la Parità.

"Al Senato, anche in ragione del lavoro che si è cominciato a fare con il contributo di tutte le forze politiche presenti nell’Intergruppo donne, ci sono ottime possibilità -ha aggiunto l'esponente Dem- per dare una spinta che vada in questa direzione, arrivando a un testo condiviso di attuazione della sentenza della Consulta che dia una risposta che non è solo giuridica ma anche culturale e sociale. L’Italia si deve adeguare al principio stabilito in Costituzione della parità tra uomo e donna e al diritto consolidato a livello europeo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli