Parietti, il voto e il popolo ignorante: bufera su Twitter

webinfo@adnkronos.com

"Finché una popolazione non ha un'adeguata istruzione non può essere in grado di votare in modo legittimo". Show di Alba Parietti nella puntata di ieri sera di 'Stasera Italia'. Chiamata a dire la sua sulla concezione della politica al giorno d’oggi, l’opinionista lascia ammutoliti gli ospiti e la conduttrice Palombelli che ribatte: "Adesso mettere in discussione il suffragio universale". 

Secondo l'opinionista, "la politica negli ultimi anni è stata fatta solo di sondaggi, abbiamo preso esempio dalle elezioni americane di 2000 anni fa dove si decideva 'pena di morte, non pena di morte' a secondo di quello che votava la gente". "Questo è il Paese che ha, come dire, dato la pena di morte o stabilisce l’immigrazione e decide tutto questo sulla base di voti", prosegue senza essere molto chiara. "Cioè - dice mettendosi nei panni in un cittadino-elettore - io non dico quello che penso o quello che ho nell’animo, ma vado dove va l’elettorato o dove penso che il popolo vada". Insomma, "non voglio offendere nessuno, però finché una popolazione non ha adeguata istruzione non può essere in grado di votare in modo legittimo". 

La frase ha subito suscitato la reazione degli utenti social. "Dite alla #Parietti che quando il popolo ha guadagnato il diritto di #voto aveva percentuali di analfabetismo di oltre il 20%. Eppure il più ignorante dell'epoca avrebbe detto meno c...", scrive un utente. Mentre in un altro post si legge: "Agghiacciante roba da fare rivoltare nella tomba Margaret Thatcher". E ancore: "econdo questi parametri la Parietti dovrebbe esser privata del voto usque ad consummationem saeculi".