Parigi, atto vandalico contro la Gioconda: cosa è successo

Parigi atto vandalico Gioconda
Parigi atto vandalico Gioconda

Aveva commesso un atto vandalico contro la Gioconda, lanciandole una torta: è avvenuto al museo del Louvre dove l’autore del gesto è stato immediatamente fermato. Fortunatamente il dipinto non ha riportato danni grazie alla teca di vetro protettiva.

Parigi atto vandalico contro la Gioconda: i motivi del gesto

La scena dai toni a tratti surreali è stata ripresa dagli smartphone e documentata ampiamente sui social come dimostrano i numerosi video che in queste ultime ore sono stati condivisi sui social. Non si conoscono, almeno per il momento gli esatti motivi che hanno spinto l’uomo a commettere una simile azione proprio contro la Gioconda, né tantomeno la sua identità. È lecito tuttavia ipotizzare che possa essersi trattato di un atto dimostrativo.

Nei numerosi filmati che circolano in rete è possibile vedere l’aggressore mentre pronuncia alcune frasi in difesa dell’ambiente. Quest’ultimo con indosso parrucca e berretto, stando a quanto appreso, avrebbe fatto ingresso nella struttura confondendosi tra la folla, il tutto mentre si trovava seduto su una sedia a rotelle: da lì ha estratto la torta. Infine l’allontanamento da parte della sicurezza.

I precedenti

Non è la prima volta che la Gioconda viene colpita in questo modo. Nell’agosto del 2009 un visitatore aveva lanciato contro una tazza di te. Nel 1974 il dipinto, mentre si trovava nel museo di Tokyo, ha rischiato di essere macchiato da uno spray di colore rosso. Nel 1911 addirittura il quadro venne rubato. L’autore del furto Vincenzo Peruggia lo nascose nella sua abitazione. Il recupero avvenne due anni dopo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli