Parigi chiude tutti i bar per due settimane. Massima allerta per il dilagare dei contagi

Giulia Belardelli
·Giornalista, HuffPost
·2 minuto per la lettura
(Photo: Tanaonte via Getty Images)
(Photo: Tanaonte via Getty Images)

Le autorità francesi hanno disposto la chiusura di tutti i bar di Parigi a partire da domani per due settimane, in un tentativo di arginare la seconda ondata di contagi da Covid-19 che sta colpendo il Paese. Il governo transalpino ha infatti elevato il livello di allerta per la regione della capitale a ‘massimo’. La misura scatta quando in una data area del Paese il tasso di infezione supera la quota di 250 contagiati per 100.000 abitanti, mentre almeno un terzo dei posti di terapia intensiva disponibili negli ospedali sono occupati da persone affette da covid-19.

Le migliaia di ristoranti e bistrot della capitale potranno rimanere aperti solo se attueranno nuove misure igieniche e di controllo della clientela, come la registrazione dei dati, e dovranno inoltre chiudere entro lo ore 22. Il provvedimento riguarderà la capitale e tre dipartimenti circostanti.

Sarà bandito consumo di alcol nelle strade, mentre i mercati resteranno aperti. Parziale chiusa per palestre e piscine: resteranno aperte soltanto per i minorenni. Il prefetto di Parigi ha annunciato anche il divieto di eventi con più di 1.000 persone, fatta eccezione per gli addetti alla sicurezza. Vietati anche gli assembramenti di oltre dieci persone sulla pubblica via anche se le file all’esterno dei negozi è consentita anche oltre questo limite facendo attenzione a mantenere le distanze di sicurezza. Confermato anche il diritto di manifestare mentre sono vietate le serate studentesche. Dalle autorità arriva anche l’invito a limitare le uscite individuali e a privilegiare il telelavoro. Mentre le visite nelle case di riposo sono possibili ma su appuntamento.

Una stretta analoga era già stata adottata dalla seconda città francese, Marsiglia, che aveva imposto la chiusura di bar e ristoranti due settimane fa.

In Francia solo nella giornata di ieri sono stati registrati 12.565 casi di contagio da Covid-19. Stando ai dati dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), i casi confermati del nuovo coronavirus nel Paese sono 580.703.

Il primo ministro ha dichiarato che non ci sono stati miglioramenti nella regione di Parigi da quando, a metà della scorsa settimana, sono stati oltrepassati tutti e tre i parametri che hanno fatto innalzare lo stato d’allerta. Il livello massimo scatta quando il tasso di incidenza supera i 100 contagi ogni 100.000 tra gli anziani e i 250 ogni 100.000 tra la collettività, mentre almeno il 30% dei posti letto in terapia intensiva è riservato ai pazienti affetti da coronavirus.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.