Parisi (Epi): Calenda col Pd io dialogo con +Europa

Bet

Roma, 28 nov. (askanews) - Prove di dialogo con +Europa? "Soprattutto un tentativo di ragionare sui contenuti. Oggi sia il centrodestra che il centrosinistra, al di là delle questioni sull'immigrazione, sono allineati sulle politiche economiche, aumentano il deficit, non tagliano la spesa, sono per rimettere l'Iri e salvare Alitalia con i soldi pubblici, difendono il codice degli appalti e l'Anac". Cosi il consigliere regionale del Lazio, Stefano Parisi, leader di EpI, parlando con i cronisti a margine della seduta del consiglio regionale del Lazio. "L'Italia è bloccata da politiche economiche, che sono omogenee. Poi, a sinistra hanno la cravatta e sono meglio accettati a Bruxelles, ma i problemi veri del Paese nessuno li affronta. L'unica realtà con cui troviamo un dialogo sono gli amici di +Europa che non appoggiano infatti il governo giallo-rosso. Partiamo da una domanda: si sono dimenticati del nord? Questo non vuol dire non pensare al sud, ma riguarda il non occuparsi del rilancio del Paese, ma solo di politiche assistenziali, vedi il reddito di cittadinanza. Esiste invece una nuova via, non populista, per far ripartire il Paese. Non so dove mai ci incontreremo, ma in una politica che parla per slogan noi parliamo di argomenti. Calenda? Noi e +Europa abbiamo parlato con lui ma la sua proposta è legata al Pd, vuole costruire una costola liberale del Pd e noi non siamo d'accordo" ha detto Parisi. Domani a Milano Energie per l'Italia e Più Europa nel pomeriggio presso la sala Consiglio della Città Metropolitana di Milano per parlare di sviluppo.