Parisi: immigrazione non è opportunità ma problema enorme

Pol/Afe

Roma, 22 gen. (askanews) - "Gli immigrati non sono un'opportunità, sono un enorme problema sociale. Chi dice che sono una opportunità vuol dire che vive in quartieri dove gli immigrati non ci sono, e va in vacanza a Capalbio dove li tengono lontani. Fra trent'anni gli africani saranno due miliardi e gli europei 70 milioni in meno, e ci saranno pressioni migratorie che l'Italia da sola non potrà gestire. C'è bisogno di una politica estera europea comune che porti lavoro nei Paesi africani". Lo ha dichiarato Stefano Parisi a Studio 24 su Rainews 24.

"C'è poi certo la necessità - ha aggiunto - di integrare coloro i quali sono nel nostro paese, ma l'integrazione non si fa con la buona retorica, il politicamente corretto e il multiculturalismo. Si fa ponendo la condizione di aderire ai nostri valori del rispetto della donna e della laicità dello Stato. Oggi invece le politiche per l'integrazione rappresentano tanti soldi distribuiti per tacitare interessi economici di parte. Energie per l'Italia è un movimento politico umanitario, che crede nell'integrazione e nella dignità di ogni individuo. Bisogna però uscire dalla retorica, e trattare questo problema per quello che è, una sfida epocale. Il prezzo delle alternative alla verità e alla serietà sarà l'esplosione della nostra società", ha concluso Stefano Parisi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità