"Parlamentari fra sofferenza e ansia", parla lo psichiatra

webinfo@adnkronos.com

Il terremoto politico con la crisi di governo sta mettendo a dura prova i parlamentari "anche da un punto di vista psicologico perché il percorso personale si intreccia con quello politico e si ritrovano in un ingarbugliato guazzabuglio tra dimensione privata e pubblica, in quanto il successo elettorale ha garantito a moltissimi, in modo inaspettato e imprevedibile, un ruolo sociale e un trattamento economico unico rispetto agli italiani. Ora c'è il risveglio dal 'sogno' e un 'brusco' incontro con il principio di realtà, si torna ad essere ciò che si era prima. Con tanta delusione, ansia per il futuro e interrogativi sulla propria inadeguatezza per non aver impedito la crisi". A parlare all'Adnkronos Salute è Massimo Di Giannantonio, presidente eletto della Società italiana di psichiatria (Sic). 

Tra moltissimi parlamentari "c'è anche uno stato depressivo rispetto alla percezione che il 'miracolo' avvenuto una volta non potrà mai più ripetersi. Con il timore di ciò che possa accadere dopo", aggiunge lo psichiatra. Se da una parte politica, sondaggi alla mano, e scenari futuri non disegnano previsioni positive in caso di scioglimento delle Camere, c'è un'altra che vive una condizione ben diversa. "C'è la voglia di fare 'cappotto', si avvertono sentimenti di grandezza e onnipotenza per la sensazione di poter vincere in maniera totale", rimarca Di Giannantonio. Ma se nella maggioranza volano gli stracci, all'opposizione "c'è chi sta a guardare, ma la sinistra è molto spaccata e disunita - osserva - dunque con un sentimento di attesa ma anche di difficoltà nel fare le mosse giuste". 'L'anno bellissimo' annunciato tempo fa dal premier Conte "sembra essere stato un boomerang" e proprio ieri, giorno del compleanno del presidente del Consiglio, "si è consumato lo scontro finale con Salvini, forse un momento di liberazione per chi, come Conte, viveva una situazione di schiacciamento tra i due vice", riflette Di Giannantonio. Fuori dai palazzi della politica ci sono gli italiani che aspettano di capire che fine farà questo Governo. "Gli italiani avevano la percezione assoluta dell'instabilità complessiva di questo Esecutivo - conclude lo psichiatra - Continuano ad attendere le risposte della politica".