Parlamento Ue chiede più sanzioni contro il Venezuela

Fco

Roma, 18 lug. (askanews) - Il Parlamento europeo ha chiesto ai governi dell'Unione Europea di aumentare le sanzioni contro il regime del presidente venezuelano Nicolas Maduro, accusato di mettere a repentaglio le norme democratiche e i diritti umani.

L'Alto rappresentante agli Affari Esteri dell'Ue, Federica Mogherini, ha a sua volta menzionato questa ipotesi a seguito della morte in carcere di un ufficiale che sarebbe stato torturato. In una risoluzione adottata a Strasburgo, con 455 voti favorevoli e 85 contrari (a fronte di 105 astensioni), il Parlamento europeo ha invitato "il Consiglio a comminare sanzioni supplementari nei confronti delle autorità de facto responsabili delle violazioni dei diritti umani e della repressione", lanciando un appello a limitare i movimenti di queste persone e dei loro collaboratori più stretti, di congelare i loro beni e sospendere i loro visti".

L'Unione Europea applica già, nei confronti del Venezuela, un embargo sulle vendite di armi e su tutti i materiali che "servono alla repressione interna", oltre che un'interdizione ai viaggi e un blocco dei beni nei confronti di diciotto dirigenti.