A parlare il portavoce Mark Meadows

·1 minuto per la lettura
casa bianca
casa bianca

Gli Stati Uniti, nonostante i dati siano drammatici, non sono intenzionati ad arginare l’epidemia di Covid-19 tramite l’utilizzo di dispositivi di protezione ed eventuali norme di contenimento dei contagi. A rivelarlo è stato Mark Meadows, il capo dello staff della Casa Bianca.

Niente controlli

Non abbiamo intenzione di controllare la pandemia” ha detto Mark Meadows in un’intervista rilasciata al Cnn. “Quello che dobbiamo fare è assicurarci di avere appropriati fattori di mitigazione, che si tratti di cure o vaccini o terapie per assicurarci che le persone non muoiano per questo”.

L’accusa di Biden

Joe Biden, democratico sfidante di Donald Trump alle prossime elezioni presidenziali degli Stati Uniti, si è posto in netto contrasto alla attuale linea del governo. In particolare, ha accusato la Casa Bianca di “aver alzato la bandiera bianca della sconfitta”.

Il capo del personale della Casa Bianca Mark Meadows ha ammesso in modo sbalorditivo che l’amministrazione ha rinunciato persino a cercare di controllare questa pandemia“, ha spiegato l’ex vicepresidente degli Stati Uniti. “Hanno rinunciato al loro dovere fondamentale di proteggere il popolo americano“. E continua: “Non è stato un errore di Meadows, è stato un sincero riconoscimento di quella che è stata chiaramente la strategia del presidente Trump dall’inizio di questa crisi: sventolare la bandiera bianca della sconfitta e sperare che ignorandola il virus sarebbe semplicemente andato via. Non lo ha fatto e non lo farà“.