Parma Capitale della Cultura 2020: bellezza, arte, creatività -3-

Lzp

Milano, 3 dic. (askanews) - Nel segno di questo dialogo dell'invenzione e dell'innovazione sono nate le quattro open call di Parma2020, quattro bandi finanziati con budget importanti, per promuovere l'accessibilità e la contaminazione tra cultura, imprese, tessuto urbano, periferie e comunità locali: Cultura per tutti,cultura di tutti, dedicata alle nuove sfide dei Musei e sviluppata in collaborazione con l'Istituto per i beni culturali dell'Emilia Romagna; Imprese Creative Driven, per promuovere la contaminazione tra processi industriali e processi culturali realizzata da UPI, "Parma io ci sto!", Cisita e Promo PA Fondazione; Temporary Signs, un progetto di riscrittura ambientale che tiene insieme quartieri e artisti under 35 e che si avvale della collaborazione dell'Associazione Giovani Artisti Italiani; Creating sustainability, per far emergere modelli gestionali di successo attraverso il network delle 116 città creative Unesco.

Le Officine contemporanee fondono patrimonio, culture e creatività internazionali, dando forma all'idea e al progetto di Parma2020. Sono mostre, produzioni teatrali e musicali, festival e cantieri-laboratorio che vogliono offrire un pensiero sul contemporaneo, inteso come "luogo che tiene insieme i tempi": il contemporaneo deve saper trattenere il passato, mantenendolo vivo come tradizione;interpretare il presente e orientarlo verso il futuro. Oggi reinterrogare il concetto di contemporaneo è fondamentale per una società che deve tenere insieme le fila di una storia sempre più multiculturale e globale. La cultura è il luogo in cui questa riflessione, che è dialogo e insieme convivenza, si realizza.

Noi, il cibo, il nostro pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile (Galleria San Ludovico, Portici del Grano e Spazio A,11 gennaio-13 aprile 2020) una produzione di Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, che mette al centro ambiente, cibo e sostenibilità in un percorso espositivo pensato per coinvolgere i visitatori e interagire con loro, attraverso esperienze multimediali, aree didattiche e fotografie di grandi autori.

I Mesi e le Stagioni - Piazza Duomo con gli occhi di Benedetto Antelami (Battistero di Parma, maggio - novembre 2020): un progetto della Diocesi di Parma che permetterà al pubblico di conoscere meglio l'opera del grande Maestro Benedetto Antelami, grazie alla discesa a terra delle statue dei Mesi e delle Stagioni, oggi collocate nel loggiato interno del Battistero.

Nell'ambito della Stagione 2020 del Teatro Regio di Parma (10 gennaio-12 maggio 2020), il Teatro Regio realizza un Festival speciale,dedicato alla rivoluzione del concetto di Tempo nelle arti del Novecento: un'occasione inedita per incoraggiare la cultura musicale della città ad aprirsi ad altri linguaggi musicali, senza limitarsi a quelli della sua tradizione.

(Segue)