Parole di elogio per il ministro Cingolani da parte del fondatore del Movimento

·1 minuto per la lettura
Beppe Grillo
Beppe Grillo

È stata una vera e propria incursione quella effettuata dal Beppe Grillo durante l’assemblea congiunta dei gruppi del M5s tenutasi su Zoom nella giornata del 26 marzo. Il fondatore del Movimento ne ha approfittato per esprimere parole di elogio nei confronti del ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani, anche lui presente in collegamento. Una specie di mini spettacolo in cui il comico genovese ha scherzato con Cingolani affermando: “Io sono l’elevato e lui il supremo”.

Beppe Grillo sul ministro Cingolani

Nell’esordire con il suo intervento Grillo ha affermato: “Il futuro è la transizione ecologica, è innovazione, le cose che dicevo nel ’93 adesso sono realtà: il mondo sta cambiando e noi dobbiamo parlare di questo”, per poi rivolgersi ai partecipanti della riunione con le seguenti parole: Dovete essere preparati, curiosi e studiare.…Io studio, sottolineo, scrivo. Se non sei curioso sei morto. Dovete metterci passione quando comunicate”.

Successivamente Grillo ha blindato la regola dei due mandati: “Deve essere un nostro pilastro fisso. Non abbandoneremo quelli che finiranno il secondo mandato”, preconizzando poi il futuro della politica italiana da cui a trent’anni: “Sogno di vedere il Parlamento ‘mischiato’. Quando si parla del 2050, che ho proposto di inserire nei simboli di tutti i partiti, vorrei che tutte le forze politiche che si mischiassero per tenere l’attenzione concentrata sul 2050, su come sarà il mondo. Bisogna ricreare una visione di società completamente diversa. Dobbiamo diventare meticci nella nostra cultura e nella nostra politica. Mescolandoci con gli altri in Parlamento, facendo parlare gli altri dei nostri temi: non c’è il copyright. Questo deve diventare messaggio che diamo agli italiani, dobbiamo essere uniti nella solidarietà”.