Parolin scherza: se dico "stretti come sardine" non è politica

Ska

Città del Vaticano, 29 nov. (askanews) - Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, svicola con eleganza da una domanda dei giornalisti sul movimento delle "sardine". A margine dell'inaugurazione dell'anno accademico dell'istituto pontificio di studi sulla famiglia, alla Lateranense, i cronisti lo interpellano per sapere se le piazze anti-salviniane hanno una benedizione vaticana. "Adesso forse è un po' prematuro...", replica il porporato veneto, che poi prosegue: "Io ho saputo che esistono le sardine un giorno... eravamo nell'ascensore un sacco di gente, 'ma siamo come le sardine', no, dice, questo è un pronunciamento politico!", ha concluso Parolin accomiatandosi dai giornalisti.