Parte colpo dalla pistola, ex guardia giurata uccide fidanzata 21enne

Denis Zeni, insieme alla fidanzata Alessandra Cornago (FB)

Un colpo di pistola partito dall’arma del fidanzato. Muore una giovane di 21 anni. Denis Zeni, una guardia giurata, anche lui 21 anni, si trovava in camera con la fidanzata, Alessandra Cornago, quando i genitori del ragazzo, nell’altra stanza dell’appartamento a Villa d’Almè, in provincia di Bergamo, hanno sentito uno sparo. I paramedici, arrivati tempestivamente, non sono riusciti a rianimare la ragazza.

Ieri sera, alle 19 circa, i due fidanzati si trovavano in camera per riordinare alcuni documenti. La casa è quella dei genitori di Denis, il papà un ex carabiniere e la mamma lavora in un’impresa di pulizie. In quel momento erano tutti presenti nell’appartamento. Gli inquirenti adesso cercano di ricostruire come sono andate le cose.

Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori la causa accidentale. Resta da capire cosa stesse facendo la guardia giurata in quel momento con l’arma: il ragazzo più tardi è stato portato nella caserma dei carabinieri di Villa d’Almè per essere ascoltato dal pm di turno, Maria Cristina Rota, che sta indagando per omicidio colposo. E’ stato il padre del ragazzo a chiamare i soccorsi. Quando il personale del 118 è arrivato sul posto ha tentato di rianimare la giovane ma alla fine si è dovuto arrendere.

Venite a casa, è successa una disgrazia”. A chiamare i soccorsi e i suoi ex colleghi dell’Arma è stato il padre della guardia giurata. Tutto inutile, per Alessandra non c’è stato più nulla da fare. Per le indagini sono intervenuti i militari del Nucleo investigativo, i colleghi della Scientifica per i rilievi e i militari della compagnia di Zogno.