Parte da Torino il Save Tour: educare i ragazzi al risparmio

Parte da Torino il Save Tour: educare i ragazzi al risparmio

Torino, 28 ott. (askanews) – Parte da Torino la seconda edizione del Save Tour. Un camion multimediale farà tappa in 21 città italiane, dalle Alpi alle isole, per educare migliaia di ragazzi delle scuole primarie e secondarie alla gestione consapevole del denaro e alla cultura del risparmio.

Il Save Tour, acronimo di Sostenibilità, azione, viaggio ed esperienza, è un progetto itinerante realizzato dal Museo di Risparmio di Torino, Bei Institute e Scania con la collaborazione di Intesa Sanpaolo.

La prima edizione, l’anno scorso, ha coinvolto 10mila studenti in 8 regioni. Questa seconda edizione si concluderà a Napoli nell’aprile 2020. E’ stata presentata a Torino con il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro.

Gli italiani risparmiano diecimila miliardi l’anno, di cui due terzi in immobili, e 3.500 sono miliardi in risparmi finanziari ha ricordato Gros-Pietro, cifre da valorizzare a vantaggio dei cittadini.

“Questa responsabilità noi l’abbiamo ed è duplice: non solo investire bene il denaro, ma fare in modo che gli italiani sappiano loro stessi fare le scelte che sono per ciascuna famiglia le più appropriate. Risparmio non vuol dire astensione dal consumo, vuol dire uso consapevole delle proprie risorse durante il tempo, e quindi pianificazione, e non solo le risorse finanziarie ma tutte le risorse, anche quelle che non sono riproducibili”.

Anche dunque le risorse naturali, quelle non rinnovabili. E in onore al risparmio sostenibile, alle classi che prenderanno parte al progetto verrà donato un albero di cacao, che andrà ad arricchire la foresta “Save” in Camerun.