Parte l'app 'Sardegna Sicura' ma non scompare il vecchio modulo

AGI - Procedura di registrazione telematica per chi arriva da oggi in Sardegna. Dopo i disagi, la confusione dei giorni scorsi legati alla compilazione dei moduli, che in molti casi non venivano consegnati, la Regione ora punta a semplificare l'ingresso dei turisti nell'Isola con l'app 'Sardegna sicura'. Per chi non volesse scaricarla o, in caso di disservizi, legati ai dispositivi elettronici - secondo quanto si apprende da fonti della presidenza della Regione - resta la possibilità del 'vecchio' modulo da presentare ai controlli.

Tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna, sia in aereo che in nave, dovranno comunque registrarsi prima dell'imbarco tramite l'apposito modulo online e poi potranno scaricare sullo smartphone o sul tablet l'app 'Sardegna Sicura'.

Alla compilazione del modulo, in base a quanto è spiegato nel sito della Regione Sardegna, "si riceve una mail di notifica dell'avvenuta registrazione, contenente un 'Id' di conferma insieme a un link che rimanda alla scheda di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. La compilazione di tale scheda è obbligatoria e deve essere effettuata 48 ore prima della partenza. Al termine si riceve una mail di 'Beni Benius' (Benvenuto in sardo, ndr) in Sardegna con allegato un QR code da esibire al personale preposto all'imbarco. Tutti i viaggiatori inoltre devono sottoporsi alle misurazione della temperatura corporea che, ai fini dell'imbarco, non puo' essere uguale o superiore a 37.5". L'applicazione consente inoltre di registrare, esclusivamente su base volontaria, i propri spostamenti locali durante la permanenza in Sardegna.