Partenze massicce di Londinesi in seguito alla chiusura del Regno Unito

·2 minuto per la lettura
Fuga da Londra lockdown
Fuga da Londra lockdown

Una scena degna de “I promessi sposi”. A Londra dopo l’instaurazione del lockdown scattata alla mezzanotte da parte del Primo Ministro Boris Johnson, è partita la corsa all’ultimo treno. Ecco dunque che nelle stazioni della capitale, in aeroporto e sulle strade si sono verificate code e affollamenti.

Eppure per scongiurare la situazione il sottosegretario responsabile ai trasporti Grant Shapps lanciando un monito alla cittadinanza: “Per favore seguite le indicazioni e non andate in stazione a meno che non abbiate il permesso di viaggiare”, ha dichiarato. Stando a quanto dichiarato dai media locali, il caos sarebbe stato tale da spingere il Governo Britannico a impiegare le Forze dell’ordine al fine di scongiurare l’andirivieni delle persone verso la stazione.

Fuga da Londra prima del lockdown

Con l’instaurazione del lockdown scattato nel Regno Unito alla mezzanotte nella città di Londra è subito avvenuto il caos più totale con migliaia e migliaia di persone che si sarebbero affollate nelle stazioni e sulle strade per lasciare la città il prima possibile.

Sui social sono tantissime le segnalazioni che riportano la fuga massiccia di persone nelle stazioni londinesi. Una notizia questa che ha riportato la conferma da parte del Ministro della Sanità Matt Hancock che ha commentato quanto avvenuto definendo le persone in fuga nella notte “irresponsabili”.
Linea dura invece quella del sottosegretario responsabile ai trasporti britannico che ha annunciato che “saranno dispiegati agenti aggiuntivi per garantire che solo chi deve fare viaggi essenziali possa viaggiare in sicurezza”.