Partiti, Parrini (Pd): M5s spara contro mio ddl perché temono regole

Pol/Luc

Roma, 20 lug. (askanews) - "I Cinque Stelle sul loro blog la buttano in caciara contro il disegno di legge a mia prima firma sulla democrazia nei partiti. Si tratta di un provvedimento che attuando l'articolo 49 della Costituzione rompe il giocattolo autoritario che Casaleggio ha costruito e mette al bando quei metodi antidemocratici nella gestione delle forze politiche di cui i Cinque stelle sono diventati campioni impareggiabili". Lo afferma in una nota il senatore Pd Dario Parrini, capogruppo dem in Commissione Affari Costituzionali, primo firmatario del ddl che si propone l'obiettivo di regolamentare le primarie, sottoscritto anche dal presidente del gruppo Andrea Marcucci e dal senatore Matteo Renzi.

"Ai Cinque Stelle - sottolinea - fanno una gran paura norme che, per indicare solo alcuni esempi, porrebbero fine allo scandalo delle votazioni online manipolate e farlocche per scegliere i candidati alle cariche pubbliche, renderebbero illegittima l'imposizione ai parlamentari dell'obbligo di effettuare versamenti a un ente commerciale come l'Associazione Rousseau, ed escluderebbero chi non le osserva dal 2 per mille".