de Pascale (Upi): territori siano al centro piattaforma partiti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 lug. (askanews) - "Il governo Draghi è stato molto attento ai territori, che sono stati posti dal Presidente del Consiglio al centro del Pnrr. Con i ministri che hanno avuto responsabilità sui temi delle Province, da Gelmini a Lamorgese, da Franco a Brunetta, da Carfagna a Bianchi, c'è stata collaborazione, condivisione e rispetto. Se come sembra ci saranno elezioni a brevissimo, chiediamo ai partiti politici di avviare un confronto immediato, perché nelle piattaforme elettorali siano evidenti i temi che riguardano direttamente i territori, e le Province in particolare per quanto ci attiene". Lo dichiara il presidente dell'Upi, Michele de Pascale, che sottolinea come "ci siano questioni urgenti che devono essere considerate priorità, dalla revisione della riforma del TUEL al sostegno economico a Province e Comuni che rischiano di non poter garantire servizi e investimenti a causa del crollo delle entrate e dell'aumento dei costi di energia e materiali. Occorre non interrompere il percorso di attuazione del PNRR, proprio ora che si sta avvicinando la fase di messa a terra delle opere. Serve dare piena attuazione ai principi autonomistici. Noi come UPI abbiamo una piattaforma di proposte: ci aspettiamo che chi si candida a guidare il Paese consideri Regioni. Province e Comuni come alleati istituzionali con cui definire l'agenda politica dei territori e delle comunità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli