Passeggero con febbre a bordo di una nave: allarme a Cagliari

Coronavirus Moby Drea caso sospetto

É allarme a bordo della nave Moby Drea partita da Civitavecchia e diretta a Cagliari (dopo la riapertura delle rotte da e per la Sardegna) per la presenza di un caso sospetto di coronavirus. Si tratta di un uomo che durante la traversata non si è sentito bene e ha iniziato a manifestare febbre, immediatamente sottoposto a tampone insieme alla moglie una volta sbarcato sull’isola.

Caso sospetto di coronavirus sulla Moby Drea

Nel momento dell’imbarco è stata misurata la temperatura a tutti i passeggeri ma durante la traversata la febbre ha iniziato a salirgli e ha avvisato subito il personale della compagnia. Subito è scattato il protocollo di sicurezza che il care manager della compagnia, una nuova figura introdotta dall’armatore, si è preoccupato di mettere in atto. L’uomo, un cittadino sardo, è stato isolato nella cabina in cui si trovava dall’inizio senza avere quindi contatti diretti con altre persone se non con i membri dell’equipaggio, ma sempre a distanza e con le dovute precauzioni.

Una volta arrivati sull’Isola, le autorità sanitarie hanno provveduto a effettuare a lui e alla moglie un tampone per capire se si possa trattare di coronavirus. Tutti gli altri passeggeri sono invece stati fatti scendere regolarmente dalla nave, non prima che venisse loro nuovamente misurata la temperatura. Ad occuparsi della situazione della nave, ora bloccata davanti alla costa di Quartu, ci sono il personale dell’Ufficio sanità marittima, la Polizia di frontiera e la Capitaneria.

Per precauzione si è optato per trattenere a bordo il caso sospetto in modo da evitare qualsiasi contagio. Secondo una prima analisi il medico avrebbe escluso l’ipotesi che si tratti dell’infezione, ma l’unica certezza potrà arrivare soltanto con l’esito del test diagnostico.