Di cosa sono fatte le patatine di McDonald's

Di cosa sono fatte le patatine di McDonald's?

Sono probabilmente uno dei cibi più interessati, al mondo, da leggende metropolitane di ogni tipo. Ma in pochissimi saprebbero dire davvero che cosa contengono. Si tratta delle patatine di McDonald's: voi sapreste dire di cosa sono fatte? Ecco gli ingredienti, per una valutazione oggettiva.

PATATE
McDonald's utilizza varietà di patate come la Russet Burbank, caratterizzate da una bella forma ovale e dal giusto equilibrio di amido e zucchero. Lo zucchero in eccesso può causare una frittura con macchie marroni, lasciando un sapore di bruciato e deviando dal classico colore giallo. A questo scopo, a volte le patatine vengono scottate dopo il taglio, per eliminare lo zucchero in eccesso.

PIROFOSFATO DI SODIO
Le patate possono prendere un brutto aspetto anche dopo che sono state fritte, visto che il ferro nella patata reagisce con i composti fenolici scolorendone i tessuti. Gli ioni fosfato dell'acido sodico pirofosfato intrappolano gli ioni di ferro, fermando la reazione e mantenendo le patate belle e bianca durante tutto il processo di lavorazione.

OLIO VEGETALE
Una volta le patatine di McDonald's erano cotte nel grasso di manzo. Ma l'esigenza dei clienti di mangiare meno grassi saturi ha richiesto, negli anni '90, il passaggio all'olio vegetale. Si tratta di oli dalle saturazioni variabili, combinate in qualcosa che ricorda il grasso di manzo. C'è olio di colza (che contiene circa l'8% di grassi saturi), olio di soia (16% di grassi saturi), e olio di soia idrogenato (94% di grassi saturi). E per sostituire l'essenza del grasso bovino? "Sapore artificiale di manzo", che contiene grano idrolizzato e proteine del latte, ​​che potrebbero essere una fonte di aminoacidi dal sapore di carne.

ALTRO OLIO VEGETALE
Proprio così, le patatine possono essere trattate con due lotti di olio vegetale: uno per la frittura in fabbrica e un altro per la frittura in negozio. Il secondo lotto aggiunge olio di mais e un additivo chiamato TBHQ, o tertbutylhydroquinone, che nei ratti, a dosi elevate, è stata collerelata a effetti collaterali sgradevoli (tumori). McDonald's usa questo olio per tutta la sua frittura, quindi i fritti di solito vengono calati in grandi vasche di olio, che potrebbe irrancidirsi quando l'ossigeno toglie idrogeni dai lipidi. Il TBHQ agisce come antiossidante.

DESTROSIO
Un breve bagno in una soluzione di zucchero a base di mais è in grado di sostituire lo zucchero naturale che è stato rimosso nella cottura. Il risultato è uno strato esterno omogeneo che caramellizza uniformemente le patatine. E aggiungerai ancora zucchero più tardi, quando metterai il ketchup.

SALE
Cosparso sulle patatine subito dopo la frittura, il sale utilizzato presenta cristalli di un diametro uniforme abbastanza grande per essere assorbito rapidamente dall'olio ancora caldo. Ora aggiungete il ketchup, e avete raggiunto la triade del piacere: grassi, sale e zucchero.