Patient Advocacy, nel Lazio il facilitatore partecipazione pazienti -2-

Mpd

Roma, 31 gen. (askanews) - "Sono fiera e orgogliosa di annunciare un importante traguardo raggiunto per la nostra sanità - racconta Teresa Petrangolini ad Osservatorio Malattie Rare - e questo nuovo incarico è per me un onore. La Regione Lazio ha attuato una scelta all'avanguardia nel panorama italiano aprendo la costruzione di tutte le sue politiche e programmi al dialogo permanente e strutturato con i pazienti: non si tratterà di consultazioni una tantum ma di una partecipazione stabile che permetterà ai rappresentanti di entrare in contatto con tutti i livelli amministrativi".

La prima riunione dei 10 Gruppi è stata fissata per la fine di febbraio. "Non c'è ancora una data precisa - spiega Petrangolini - ma la prima riunione dei tavoli si farà per la fine del prossimo mese. Al momento alcune associazioni si sono già iscritte, e altre mancano all'appello. Stiamo richiamando quante più associazioni possibile per spiegare l'opportunità e invitarle a compilare le schede per l'iscrizione: tutti requisiti necessari perché il processo sia davvero trasparente. Spero che per la metà di febbraio ci siano molte iscrizioni perché chi parteciperà alla prima riunione eleggerà i propri rappresentanti, anche se quelle che aderiranno dopo verranno comunque integrate".

(Segue)