Patriarca Venezia: la gente comincia ad essere disperata

Fdm

Venezia, 15 nov. (askanews) - "Lo stato d'animo è di preoccupazione perché questi fenomeni con i quali noi eravamo abituati a convivere stanno diventando adesso dirompenti. In questo momento la città è al 65% sott'acqua mentre la notte scorsa lo era all'80%". Lo ha dichiarato il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, prima di incontrare il ministro della Cultura Dario Franceschini, che è da poco giunto nel capoluogo veneto. "Noi siamo preoccupati perché la gente incomincia ad essere disperata - ha sottolineato ancora Moraglia -. Qualcuno mi ha detto 'non riusciamo più a sopravvivere se ogni anno succede questo'. Ecco questa è la mia preoccupazione", ha concluso.