Patriarca Venezia: preoccupa Mose entri in funzione oltre 2021

Fdm

Venezia, 15 nov. (askanews) - "Le comunità sono ferite vedendo che in modo ricorrente succedono questi atti di fronte ai quali ci si chiede come mai il Mose, che è 30 anni che tutti ne parlano e ci lavorano, non entri in funzione. Aver sentito una data che ci porta oltre il 2021 è una cosa che preoccupa perché soprattutto in autunno ci sono questi fenomeni particolarmente pronunciati di acqua alta. Questo vuol dire che abbiamo due autunni con dei grandi punti interrogativi, sperando che non succeda? Questa è la grande preoccupazione che abbiamo". Lo ha dichiarato il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, poco prima dell'incontro con il ministro della Cultura Dario Franceschini.

"Come veneziani questo esula dalle nostre possibilità perché quello che è possibile fare come gestione ordinaria dell'acqua alta lo facciamo volentieri, ma di fronte a questi fenomeni è la politica che da qualche decennio non ci ascolta e questo ferisce la comunità", ha concluso.