Patrimoniale in arrivo? Di Maio: "M5S contrario"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Leggo dell’iniziativa parlamentare di qualcuno che vorrebbe introdurre una patrimoniale e dunque un’altra tassa per colpire imprese e lavoratori. Il MoVimento 5 Stelle è sempre stato fortemente contrario". Lo scrive in un post su Facebook Luigi Di Maio. "Se vogliamo spazzare via le piccole tasse e liberarci dei cavilli burocratici ben venga, ma colpire imprenditori, commercianti e chi crea posti di lavoro in Italia è totalmente sbagliato", prosegue il ministro degli Esteri.

"In un momento come questo la politica deve dare, non chiedere. Ha già chiesto per anni, troppi anni. E ora abbia l’umiltà di dare il buon esempio: invece di bussare alla porta degli italiani inizi a tagliarsi i privilegi e gli stipendi. Questo Paese ha bisogno di normalità, solo così potremo costruire un rapporto di fiducia tra Stato e cittadini", conclude Di Maio.

Non si è fatta attendere la risposta di Matteo Orfini: "Non mi stupisce che i 5 stelle non abbiamo aderito al nostro emendamento a legge di Bilancio. Loro la povertà l'hanno già abolita, come ha detto Luigi Di Maio. Il tema di contrastarla non gli appartiene più", ha affermato il parlamentare del Partito Democratico, in una intervista a Repubblica, in merito alla proposta di una patrimoniale che ha firmato insieme al deputato Fratoianni.